• Terre di San Venanzio Fortunato vince la Gran Fascetta d’Oro per il 3° anno consecutivo

    PDP 2017SOTTO IL SEGNO DEL BRUT, NON C’E’ DUE SENZA TRE

    Terre di San Venanzio Fortunato vince la Gran Fascetta d’Oro per il 3° anno consecutivo

    Premio assoluto al Brut, un Oro al Cartizze Brut

     

    La Gran Fascetta d’Oro è andata quest’anno al Valdobbiadene Docg Brut 2017 di Terre di San Venanzio Fortunato, che sì è così fregiato del primo premio assoluto tra i ben 167 vini in gara, presentati da 61 case spumantistiche del Conegliano Valdobbiadene.

    Il Concorso Fascetta d’Oro, promosso ed organizzato dalla Primavera del Prosecco Superiore, da 5 anni rappresenta l’unica occasione ufficiale di confronto tra i soli Prosecco Superiore DOCG Conegliano Valdobbiadene. Riconosciuto dal ministero delle Politiche agricole e gestito dall’Assoenologi, è il concorso enologico in cui il Prosecco Superiore viene degustato da enologi ed esperti della tipologia, con una garanzia di qualità e coerenza della valutazione.

    Accanto al Valdobbiadene Docg Brut, sulla scia del successo dello scorso anno con la Gran Fascetta d’Oro 2017 e la designazione dell’AIS quale “Miglior Metodo Charmat” del Veneto, ottiene il podio con una Fascetta d’Oro anche il Superiore di Cartizze Brut.

    Nella casa spumantistica, che prende il nome dal Santo protettore del Prosecco di Valdobbiadene, c’è grande soddisfazione: “Ricevere la Gran Fascetta d’Oro, per giunta per il terzo anno consecutivo, è un’emozione celestiale. E’come ricevere una pacca sulla spalla da un Santo benevolo che sembra dirti: questa è la strada giusta da percorrere. Siamo onorati da questo premio, è la riconferma che le cose fatte bene brillano di luce propria anche all’interno di un territorio già ricco di eccellenze”.

    Nel 2018 gli spumanti Terre di San Venanzio hanno vinto altre quattro medaglie d’oro (Concours Mondial de Bruxelles, Sélections Mondiales des Vins Canada, due medaglie alla Los Angeles International Wine Competition ), un Best of Class (Los Angeles International Wine Spirits Competition), la preziosa recensione 3 cuori dalla rivista Merum;  sono poi entrati con i 91 punti e i 90 punti nella guida 5 Star Wines – The Book Vinitaly 2018.

    Una continuità di risultati che conferma, un grande impegno e una rigorosa ricerca della qualità, frutto di un attento lavoro di squadra sotto la magistrale guida dell’enologo Luca Antiga.

     

  • 5 Stars Wine : il Millesimato Fortunato Dry tra i migliori al Vinitaly !!!

    FORTUNATO

    Mai nome è stato più azzeccato per il nostro Il Prosecco Superiore di Valdobbiadene DOCG Dry Millesimato, che ha ottenuto 91 punti su 100 all’ultima edizione del concorso enologico internazionale 5 Stars Wine, che da accesso alla guida vini edita da VeronaFiere, 5Stars Wines – The Book.

    Scarica la classifica ufficiale: 5 stars wine 2018_Classifica ufficiale

    Ad un solo punto di distacco si piazza invece il nostro Prosecco Superiore di Valdobbiadene DOCG Brut, arricchendo così il  palmares 2018 di Terre di San Venanzio !

  • Terre di San Venanzio vince il “Fero”

    Terre di San Venanzio Fortunato è una delle sette aziende premiate dall’Ais Veneto con il Fero

     Il premio assoluto di categoria, quale Miglior Vino Spumante Metodo Charmat, è stato assegnato al Valdobbiadene Superiore di Cartizze Brut di Terre di San Venanzio Fortunato. 

    Foto premiaz AIS 1

    Sabato 13 ottobre a Venezia, in occasione della presentazione della quarta edizione di Vinetia, la guida multimediale di Ais Veneto, parte integrante della guida nazionale Vitae, sono stati premiati i migliori vini sottoposti alla degustazione della sezione veneta dell’Associazione Italiana Sommelier. Il Fero, il premio assoluto di categoria, è stato assegnato a sette etichette, tra cui il nostro Cartizze Brut.

    La scheda completa dedicata al Cartizze Brut è liberamente consultabile sul portale di Ais Veneto, al seguente link:

    Vinetia 2018_Cartizze Brut

     

     

  • Gran fascetta d’Oro per il nostro Cartizze Brut!

    Foto 2 Gran FascetteTERRE DI SAN VENANZIO FORTUNATO E’ ANCORA “GRAN FASCETTA D’ORO”

    Per il secondo anno consecutivo, è stata Terre di San Venanzio Fortunato ad aggiudicarsi il primo premio assoluto.
    L’ambitissima “Gran Fascetta d’Oro” al Prosecco Superiore di Cartizze Brut.

    Si è appena conclusa la 4^ edizione del Concorso enologico “Fascetta d’Oro”, atto finale della Primavera del Prosecco, il ricco calendario di mostre del vino che animano le colline tra Conegliano e Valdobbiadene, per presentare la nuova annata. Il Concorso, riconosciuto dal Ministero ed organizzato da Assoenologi Veneto, è l’unica competizione che vede in gara i soli Prosecco Superiore Docg, degustati da commissioni di tecnici specialisti della Denominazione, diventando così un punto di riferimento per il mondo del Conegliano Valdobbiadene.

    Quest’anno hanno partecipato 63 case spumantistiche di Conegliano Valdobbiadene con un totale di 163 campioni in concorso: 19 sono le fascette assegnate per i vini spumanti tra oro, argento e bronzo. Oltre naturalmente alla Gran Fascetta d’Oro, una sorta di Best in Show, che premia il vino che ha ottenuto il punteggio più alto in assoluto..

    Terre di San Venanzio Fortunato ha ottenuto quest’anno la Gran Fascetta d’Oro con il Superiore di Cartizze Brut, una versione moderna del “Gran Cru” del Prosecco, resa più versatile e intensa, da un contenuto zuccherino ridotto. La soddisfazione di Monica e Gabriele è stata raddoppiata dalla medaglia d’Oro ottenuta dal Prosecco Superiore Brut Demi Long, un Brut “nuovo”, con una fermentazione in autoclave intorno ai sei mesi, che bilancia la freschezza e l’aromaticità del Prosecco con una maggiore struttura e complessità.

    “Mentre lo scorso anno abbiamo vinto la “Gran Fascetta d’Oro” con il Prosecco Superiore Valdobbiadene Extra Dry” – racconta soddisfatto Gabriele – “quest’anno ci siamo affermati con due prodotti innovativi, che ben interpretano lo spirito e lo stile della nostra giovane cantina”.

    Sempre nel 2017 il Cartizze Brut ha ricevuto la medaglia d’oro 91+ dalla guida Gilbert e Gaillard, il Cartizze Dry ha avuto il riconoscimento 5StarWines 90 al Vinitaly, e il Demi Long la medaglia d’oro da Gilbert e Gaillard ed il prestigioso Silver ai Decanter World Wine Awards.

  • Brindiamo assieme ad una Grande Annata!

    E’ stata un’annata costellata di riconoscimenti sia a livello nazionale che internazionale. Grazie di cuore a tutti gli amici che hanno scelto il Prosecco Terre di San Venanzio Fortunato: Brindiamo assieme a questa grande annata!

    2016: a year sprinkled by national and international awards.Thank you to all our friends who have choosen the Prosecco terre di San Venanzio Fotunato:

    Let’s toast this great vintage!

     

    Let's toast to A great Vintage

  • Radegonda è nuovamente regina di Francia

    Radegonda

    Il Rosè Brut Radegonda di Terre di San Venanzio Fortunato sale sul podio dalla TOP TEN delle medaglie d’oro – unico spumante italiano – al Concorso Effervescents du Monde 2016, che si è svolto a Digione dal 16 al 19 novembre.

    Un concorso al quale hanno partecipato quest’anno 540 spumanti da 24 nazioni. Sono state 34 le medaglie d’oro assegnate, di cui 2 all’Italia, e 145 le medaglie d’argento. Il Concorso ha coinvolto oltre un centinaio di esperti degustatori da tutto il mondo.

    “Il nostro Brut Rosé Radegonda, prodotto da uve pinot nero vinificate in rosato – racconta Gabriele Gregolo – si è distinto fin da subito ottenendo importanti riconoscimenti internazionali, tra i quali lo stesso Effevescents du Monde (2012 e 2015), il Mondial du Rosé (2013 e 2015) e in fine alla Los Angeles Wine & Spirits Competition (2013 e 2015)”.

    “Un nome non facile per un vino – ricorda Monica Ganz – ma che vuole essere un omaggio ad una regina di Francia del IV secolo d.C., che poi si ritirò a vita religiosa, fondando il monastero della Santa Croce a Poitier. Santa Radegonda fu amica, confidente e musa ispiratrice di tanti scritti di San Venanzio Fortunato. Nell’etichetta del Rosé si puo’ leggere un breve tratto di una lettera, in latino, in cui il nostro Santo le consiglia di bere un buon bicchiere di vino per riprendersi dalle fatiche di un lungo viaggio”.

    Il Brut Rosé Radegonda, con un residuo zuccherino di 9 gr/lt, viene attualmente prodotto in 13.500 bottiglie.

    Una buona idea per un brindisi Fortunato

    Visualizza i risultati sul sito Effervescents du monde