GRAN FASCETTA 2018

PDP 2017SOTTO IL SEGNO DEL BRUT, NON C’E’ DUE SENZA TRE

Terre di San Venanzio Fortunato vince la Gran Fascetta d’Oro per il 3° anno consecutivo

Premio assoluto al Brut, un Oro al Cartizze Brut

 

La Gran Fascetta d’Oro è andata quest’anno al Valdobbiadene Docg Brut 2017 di Terre di San Venanzio Fortunato, che sì è così fregiato del primo premio assoluto tra i ben 167 vini in gara, presentati da 61 case spumantistiche del Conegliano Valdobbiadene.

Il Concorso Fascetta d’Oro, promosso ed organizzato dalla Primavera del Prosecco Superiore, da 5 anni rappresenta l’unica occasione ufficiale di confronto tra i soli Prosecco Superiore DOCG Conegliano Valdobbiadene. Riconosciuto dal ministero delle Politiche agricole e gestito dall’Assoenologi, è il concorso enologico in cui il Prosecco Superiore viene degustato da enologi ed esperti della tipologia, con una garanzia di qualità e coerenza della valutazione.

Accanto al Valdobbiadene Docg Brut, sulla scia del successo dello scorso anno con la Gran Fascetta d’Oro 2017 e la designazione dell’AIS quale “Miglior Metodo Charmat” del Veneto, ottiene il podio con una Fascetta d’Oro anche il Superiore di Cartizze Brut.

Nella casa spumantistica, che prende il nome dal Santo protettore del Prosecco di Valdobbiadene, c’è grande soddisfazione: “Ricevere la Gran Fascetta d’Oro, per giunta per il terzo anno consecutivo, è un’emozione celestiale. E’come ricevere una pacca sulla spalla da un Santo benevolo che sembra dirti: questa è la strada giusta da percorrere. Siamo onorati da questo premio, è la riconferma che le cose fatte bene brillano di luce propria anche all’interno di un territorio già ricco di eccellenze”.

Nel 2018 gli spumanti Terre di San Venanzio hanno vinto altre quattro medaglie d’oro (Concours Mondial de Bruxelles, Sélections Mondiales des Vins Canada, due medaglie alla Los Angeles International Wine Competition ), un Best of Class (Los Angeles International Wine Spirits Competition), la preziosa recensione 3 cuori dalla rivista Merum;  sono poi entrati con i 91 punti e i 90 punti nella guida 5 Star Wines – The Book Vinitaly 2018.

Una continuità di risultati che conferma, un grande impegno e una rigorosa ricerca della qualità, frutto di un attento lavoro di squadra sotto la magistrale guida dell’enologo Luca Antiga.